Il progetto "Giufà"


“Giufà” è un progetto di Michela Zapparoli parte della tesi di Laurea Magistrale
di design della comunicazione, svolto presso l’università del Politecnico di Milano
nell’A.A. 2015/16 (relatore di tesi: Prof.ssa Dina Riccò).
Si tratta di un progetto educativo rivolto agli alunni delle scuole (10-13 anni), che si propone di agevolare l’inserimento degli alunni stranieri nelle classi, coinvolgendoli insieme ai compagni in un percorso di attività interattive e stimolanti. A questo proposito è stata scelta la figura di Giufà, personaggio-ponte presente nel patrimonio favolistico di diverse culture: Giufà collega elementi culturali diversi e paesi lontani, mettendo in moto curiosità e confronti.
Questo progetto è una prova di come le nuove tecnologie comunicative possano rivelarsi un importante strumento per fare intercultura, e di come educazione interculturale e apprendimento online rivelino una profonda coincidenza di orizzonti, obiettivi e metodologie.

Insegnanti
Il sito è stato progettato per essere facilmente utilizzato all’interno delle classi in presenza dell’insegnante che ne sostiene una lettura guidata e che organizza lo svolgimento dell’intero laboratorio.

Genitori
Il progetto si rivolge anche ai genitori degli alunni italiani e stranieri, i quali possono dare il proprio contributo supportando e incentivando lo svolgimento di questo tipo di attività didattiche nelle classi.
Guida per l'utilizzo



1. La storia di Giufà

La prima attività consiste nella lettura della storia interattiva di Giufà per introdurre il personaggio alla classe, utilizzando la LIM come proiettore. La storia è ambientata nel tempo presente, e racconta di quando Giufà, dopo il suo lungo viaggio in giro per il mondo, arriva in una nuova scuola e si presenta ai suoi nuovi compagni.


GUARDA

2. In viaggio con Giufà

La seconda attività è anch’essa da svolgere al computer usando la LIM come proiettore. La pagina web scorre orizzontalmente simulando il viaggio; cliccando sui personaggi che si incontrano si apre un racconto in doppia lingua con la riproduzione vocale dei testi.
É consigliabile chiedere agli alunni stranieri di leggere i testi in lingua.


GUARDA

3. Anch'io come Giufà

La terza attività consiste in un gioco da tavolo da scaricare e stampare, finalizzato a far riflettere ulteriormente gli alunni sulle tematiche affrontate.
É consigliabile stamparne più copie e dividere la classe in gruppi per giocare. Il file pdf del gioco è scaricabile qui sotto ed è completo di regolamento.


SCARICA




Materiale scaricabile



Esperienze


Nel maggio 2016 il progetto "Giufà" è stato provato insieme agli alunni della classe 2°A della scuola media "A. Fiori" di Formigine (sede di Magreta), in presenza della Prof.ssa Loretta Marabini. L'esperienza è stata positiva, ed è stata inoltre molto utile per valutare e migliorare alcuni aspetti del progetto, in vista di poterlo utilizzare in altre scuole primarie e secondarie di primo grado in ambito di educazione interculturale.
Ringraziamenti


Ringrazio la Fondazione Ismu di Milano e la Sig.ra Silvana Cantù per la sua disponibilità
e la sua gentile supervisione durante la realizzazione del progetto.
Ringrazio la scuola media “A. Fiori” di Magreta (Mo), in particolare Loretta Marabini e i ragazzi della classe 2°A (A.s. 2015/16) per l’entusiasmo che mi hanno trasmesso.
Ringrazio tutti coloro che mi hanno aiutato nella trascrizione e registrazione vocale
delle storie in lingua straniera.
Ringrazio tutti quelli che per me ci sono sempre, perchè è grazie a loro che sono riuscita a realizzare questo progetto; infine ringrazio chi è sempre dentro di me e chi mi ha insegnato l’arte di trovare il bello in tutte le cose.

«Ciò che fa bello il deserto», disse il piccolo principe, «è che da qualche parte nasconde un pozzo...»
(Antoine de Saint-Exupéry)



Siamo spiacenti ma il sito non è stato progettato per essere visualizzato da questo dispositivo.
Naviga il sito utilizzando un dispositivo con uno schermo di dimensioni maggiori!